Formazione in sanità
  « 5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15 
 
Dietro la biblioteca medica virtuale
 
Rosalia Ferrara, responsabile della Sezione Prestiti e Consultazione della Biblioteca dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS) e del Centro di Documentazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità presso l'ISS.
Pubblicato su Va' Pensiero n° 366
 
Si va di meno in biblioteca e si chiedono più risposte alla rete. E ci si rimette. Tra wireless e rarità (una sala dei libri rari ospita tavole di Canova), Rosalia Ferrara della biblioteca dell'Istituto superiore di sanità riflette sul futuro della biblioteca virtuale e del bibliotecario reale, che resta comunque interprete e organizzatore dell'esigenza informativa dell'utente.
 
 
Che tradizionalisti, questi medici in biblioteca
 
Roberta Macci e Sandra Magliolo, Biblioteca Laziosanità “Antonio Filocamo” della Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio.
Pubblicato su Va' Pensiero n° 365
 
Sono bravi, ma non si impegnano; qualcuno sa cercare, altri meno, ma non è facile orientarsi dentro una bibliografia. "Gli utenti fanno affidamento su noi bibliotecari, alla fine riusciamo a trovare ciò che cercano" e il medico orgoglioso, che non chiede aiuto è in via di estinzione. Alla Biblioteca Laziosanità incontriamo Roberta Macci e Sandra Magliolo.
 
 
Meno scaffali più computer…
 
Ombretta Perfetti, Responsabile della Biblioteca dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.
Pubblicato su Va' Pensiero n° 364
 
Si investe in tecnologia per modernizzare le biblioteche, ma pochi le frequentano. Si investe in riviste (la maggior parte in inglese), ma pochi medici sanno l'inglese. Si mettono in rete più risorse possibili, ma molti entrano in biblioteca con i propri libri. Parte il viaggio fra le biblioteche medico-scientifiche nel nostro Paese. Iniziamo con Ombretta Perfetti dell'Università Cattolica di Roma.
 
« 10  11  12  13  14  15